Area Impegnative

Informazioni ed approfondimenti utili al cittadino rispetto alle principali caratteristiche delle impegnative

Qual è la durata dell’impegnativa emessa dal medico?

In genere i termini di scadenza della ricetta sono:
Ricetta per prescrizione di farmaci: 30 giorni, escluso quello di emissione.
Ricetta per prescrizioni di accertamenti diagnostici: non esiste una normativa specifica che ponga limiti temporali alla validità di queste ricette pertanto, devono essere sempre considerate valide, salvo nei casi di:
- ricetta per prestazioni ripetitive in favore di persona con patologia cronico-invalidante o malattia rara con esenzione dal ticket, fino a un massimo di otto prestazioni dello stesso tipo (ad es. 8 PT in soggetto in trattamento con anticoagulanti orali), da eseguirsi presso la medesima struttura in momenti successivi, indicati dal medico prescrivente: ha una durata massima di tre mesi dalla data di emissione dell'impegnativa al primo accesso alla struttura;
- ricetta con codice di esenzione: tre mesi dalla data di emissione.
Poiché l’esenzione può essere a tempo indeterminato oppure a scadenza (tipicamente quelle per reddito), ricade sull’interessato la responsabilità di un utilizzo inappropriato in un tempo successivo in cui l’esenzione riportata in ricetta non fosse più valida.

Un’impegnativa rilasciata in un’altra Regione vale anche nel Veneto?

Con la ricetta elettronica (o de-materializzata), diversamente dal passato, il cittadino può recarsi presso qualsiasi farmacia del territorio nazionale. L’informatizzazione consentirà inoltre al cittadino di pagare il ticket secondo le regole vigenti nella propria Regione di residenza.

Dopo l’avvio nella Regione Veneto del Progetto Fascicolo Sanitario Elettronico che ha introdotto il promemoria bianco, l’impegnativa rossa si può ritenere ancora valida?

A partire dal 1 marzo 2016 è iniziata ufficialmente l’era della ricetta digitale, che comporta la dismissione della ricetta rossa, a favore di un promemoria cartaceo (15X21) stampato dal medico e da consegnare alla farmacia. Anche quest’ultimo memorandum del medico verrà accantonato una volta concluso il progetto del fascicolo sanitario elettronico.
A partire dal 2018 in tutta Italia il medico potrà fare soltanto prescrizioni in formato elettronico (farmaco, accertamenti o visite) e il promemoria cartaceo da consegnare al bancone della farmacia sparirà: il cittadino si reca dal medico o dal farmacista con la tessera sanitaria e il medico prescrittore carica la ricetta elettronica direttamente nel chip della tessera.

Per accedere ai servizi del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica serve l’impegnativa?

Per usufruire dei servizi del SISP (Servizio di Igiene e Sanità Pubblica) non è necessaria l’impegnativa da parte del medico e devono essere prenotati al numero 840000664da telefono fisso (uno scatto alla risposta) e 049 8239511 da rete mobile (costi applicati in base al proprio piano tariffario) o recandosi al C.U.P. dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 17.00.
Alcune prestazioni sono gratuite, altre a pagamento.


U.R.P. Ufficio Relazioni con il Pubblico
Via E. degli Scrovegni, 12 - 35131 Padova
dal lunedì al venerdì - dalle 8.30 alle 14.00
Numero Verde 800 201 301
Email: urp@aulss6.veneto.it
PEC: protocollo.aulss6@pecveneto.it

CUP - Centro Unico Prenotazioni

840.000.664Call Center - Prenotazioni (da Rete Fissa)

049.8239511Call Center - Prenotazioni (da Rete Mobile)

840.140.301Disdette