Area Assistenza Sanitaria

Informazioni utili per la scelta/ cambio del medico/pediatra di base e per il corretto utilizzo della TEAM (Tessera Europea di Assicurazione Malattia)

Come si fa la scelta e/o il cambio del medico di medicina generale e del pediatra di libera scelta?

I cittadini residenti nell'Ulss 16 possono scegliere un medico/pediatra di famiglia fra quelli che operano nell’ambito di residenza e che hanno ancora posti disponibili rispetto al massimale di assistiti stabilito dalle norme.
La scelta del medico/pediatra di famiglia è gratuita e avviene presso gli sportelli amministrativi distrettuali.
Al momento della scelta viene rilasciato un libretto sanitario cartaceo, con un numero (il codice sanitario personale), il nome e le informazioni relative al medico scelto (indirizzo, orari dello studio, recapiti telefonici).

Il cittadino può cambiare il proprio medico/pediatra di base e sceglierne uno che operi nello stesso ambito di residenza e abbia posti disponibili. Se il trasferimento avviene tra medici appartenenti allo stesso studio associato, è necessario che il nuovo medico esprima il proprio consenso con un documento scritto da presentare allo sportello.

In caso di domicilio temporaneo per un periodo maggiore di 3 mesi in un Comune dell’Ulss, il cittadino può scegliere temporaneamente un medico/pediatra di famiglia purchè il domicilio sia dovuto a ragioni di studio, lavoro o per gravi esigenze di salute. Al ritorno presso la propria residenza, il cittadino dovrà effettuare una nuova scelta del medico/pediatra, dato che con l'assegnazione temporanea si procede contestualmente a cancellarlo come assistito del medico di base di provenienza.

Documenti necessari per:

nuova iscrizione: documento di riconoscimento; tessera sanitaria/codice fiscale; eventuali esenzioni; autocertificazione con cui viene attestata la residenza, oppure ricevuta di avvio del procedimento di richiesta di residenza rilasciata dal Comune.
Iscrizione di un nuovo nato: documento di riconoscimento; tessera sanitaria/codice fiscale; autocertificazione di nascita rilasciata da chi esercita la potestà genitoriale, delega nel caso in cui si presenti un delegato di chi esercita la potestà genitoriale.
Iscrizione per cambio di residenza: documento di riconoscimento; tessera sanitaria/codice fiscale; autocertificazione con cui viene attestata la residenza, oppure la ricevuta di avvio del procedimento di richiesta di residenza presso il Comune; documento di iscrizione al SSN rilasciato dall’Azienda sanitaria di provenienza; eventuali esenzioni.
Iscrizione temporanea: documento di riconoscimento; tessera sanitaria/codice fiscale. A seconda del motivo per cui si richiede l’iscrizione temporanea, sono necessari ulteriori specifici documenti:
- per attività lavorativa svolta nell’ambito della Provincia di Padova: dichiarazione del datore di lavoro o autodichiarazione;
- per motivi di studio presso istituti nell’ambito della Provincia di Padova: iscrizione scolastica/universitaria o autocertificazione;
- per motivi di salute: dichiarazione del medico specialista o del medico di presidio pubblico che attesti la necessità di soggiornare;
- per servizio civile: dichiarazione dell’ente dove viene effettuato il servizio o autodichiarazione.
cittadini comunitari ed extracomunitari stranieri: è richiesta altra specifica documentazione, a seconda della situazione che da diritto all’iscrizione al SSN.

Per l'elenco delle sedi distrettuali a cui rivolgersi per la scelta e/o cambio del medico di medicina generale e del pediatra di libera scelta, si rimanda all'allegato.

Cosa bisogna fare in caso di rinnovo, furto, smarrimento, deterioramento della Tessera Sanitaria Plastificata (TEAM)?

La Tessera Sanitaria con il codice fiscale, che l'Agenzia delle Entrate invia ai cittadini residenti e agli stranieri con regolare permesso di soggiorno, non comporta l'automatica iscrizione al Servizio sanitario. Il cittadino ha diritto all'assistenza solo dopo l'iscrizione e la scelta del medico.
Se la Tessera Sanitaria viene smarrita o rubata oppure è deteriorata o illeggibile, è possibile chiederne un duplicato sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate cliccando qui o rivolgendosi alla propria ULSS o un qualunque ufficio dell’Agenzia delle entrate.
Nei casi di furto o smarrimento l’attuale normativa non prevede un obbligo di denuncia alle autorità competenti che, tuttavia, è un atto cautelativo per l’assistito.
Il duplicato può essere richiesto anche a mezzo di persona appositamente delegata; in tal caso, la persona delegata deve esibire un proprio documento d'identità e la copia del documento d’identità del richiedente, entrambi in corso di validità.

La TEAM è valida all’estero?

La Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) è entrata in vigore, anche in Italia, dal 1° novembre 2004. Tale tessera, che è il retro della Tessera Sanitaria nazionale (TS), permette di usufruire delle cure medicalmente necessarie (e quindi non solo urgenti).
Consente a tutti i cittadini dell’Unione, che si trovino temporaneamente in un altro Stato Membro l’accesso diretto ai servizi sanitari del Paese ospite, alle stesse condizioni dei residenti. Per ottenere assistenza medica dovrà esibire semplicemente il retro della Tessera Sanitaria.
La Tessera può essere utilizzata per l’assistenza sanitaria:
  • nei Paesi dell’Unione europea;
  • nella Svizzera, in forza di un apposito accordo con la UE;
  • negli altri Paesi appartenenti allo Spazio Economico Europeo (SEE) quali Islanda, Norvegia e Liechtenstein.
L’assistenza è in forma diretta e pertanto nulla è dovuto, eccetto il pagamento di un eventuale ticket che (in Francia, ad esempio, è del 20% su ogni prestazione) è a diretto carico dell’assistito e quindi non rimborsabile.
Si rammenta che in Svizzera ed in Francia (dove vige un sistema basato sull’assistenza in forma indiretta), il più delle volte viene richiesto il pagamento delle prestazioni. E’ bene sapere che il rimborso (eccetto, come detto sopra, per il ticket) può essere richiesto direttamente sul posto all’istituzione competente (alla LAMal per la Svizzera ed alla CPAM competente per la Francia). In caso contrario il rimborso dovrà essere richiesto alla propria ASL al rientro in Italia, presentando le ricevute e la documentazione sanitaria.
La TEAM non può essere utilizzata per il trasferimento all’estero per cure di alta specializzazione (cure programmate), per le quali è necessaria l’autorizzazione preventiva da parte della propria ASL.
A chi viene rilasciata
La TEAM, viene rilasciata, in linea di principio a tutte le persone iscritte e a carico del Servizio sanitario nazionale (SSN) in possesso della cittadinanza italiana che hanno la residenza in Italia. Eccezioni riguardano:
  • i lavoratori con contratto di diritto italiano iscritti all’Anagrafe italiani residenti all’estero (AIRE) e distaccati all’estero;
  • gli studenti (titolari di modello E106 o S1) iscritti all’AIRE;
  • i pensionati (e loro familiari) in possesso di un modello E121 o S1 (dal 1° maggio 2010 con l’entrata i n vigore dei nuovi regolamenti comunitari di sicurezza sociale);
  • i familiari di lavoratori, che risiedono in un Paese diverso da quello del capofamiglia, in possesso di modello E109 oS1.
Inoltre, la TEAM spetta anche ai cittadini comunitari ed extracomunitari iscritti al SSN e non a carico di Istituzioni estere.
DA SAPERE
Se il soggiorno all’estero supera i 30 giorni, devi comunicarlo alla tua U.LS.S. per la sospensione del medico di famiglia, come previsto dalle norme in vigore (Circolare 11 maggio 1984) . Se il rientro in Italia è anticipato rispetto alla scadenza prevista, è necessario contattate l’Ufficio competente (via mail, o telefonicamente) per ripristinare il rapporto con il medico di fiducia.
Per maggiori informazioni contattare l’Ufficio Rapporti internazionali ai seguenti numeri telefonici:
049 821-4069 -4703-4712 o al seguente indirizzo e-mail: rapinter.ulss16@sanita.padova.it
LINK UTILI
Prima di partire per l’estero è possibile consultare le indicazione fornite dal Ministero della Salute collegandosi al sito: www.ministerosalute.gov.it cliccando successivamente su “se parto per…”.


U.R.P. Ufficio Relazioni con il Pubblico
Via E. degli Scrovegni, 12 - 35131 Padova
dal lunedì al venerdì - dalle 8.30 alle 14.00
Numero Verde 800 201 301
Email: urp@aulss6.veneto.it
PEC: protocollo.aulss6@pecveneto.it

CUP - Centro Unico Prenotazioni

840.000.664Call Center - Prenotazioni (da Rete Fissa)

049.8239511Call Center - Prenotazioni (da Rete Mobile)

840.140.301Disdette