Eparine e profilassi e trattamento del TEV

Il tromboembolismo venoso (TEV), rappresenta una tra le più diffuse patologie del sistema circolatorio: dopo l’infarto del miocardio e l’ictus è la malattia vascolare più comune. Il TEV presenta due manifestazioni cliniche, l’embolia polmonare (EP) e la trombosi venosa profonda (TVP), strettamente correlate tra loro, essendo nella maggior parte dei casi la prima conseguenza della seconda e, pertanto, inquadrabili in un unico continuum fisiopatologico. Entrambi i quadri clinici presentano gli stessi fattori di rischio che possono essere transitori (es. recente intervento chirurgico) o persistenti (es. presenza di trombofilia, neoplasia, ecc).
Il trattamento/profilassi del TEV è rappresentato dai farmaci anticoagulanti: antagonisti della vitamina K (AVK), eparine non frazionate (ENF), eparine a basso peso molecolare (EBPM), fondaparinux (FPX) e nuovi anticoagulanti orali (NAO).
Di seguito sono riportati alcuni documenti che voglio approfondire e armonizzare le evidenze attualmente disponibili in tema di profilassi e del trattamento del TEV con le indicazioni riportate nelle singole schede tecniche dei medicinali a tal fine autorizzati.


U.R.P. Ufficio Relazioni con il Pubblico
Via E. degli Scrovegni, 12 - 35131 Padova
dal lunedì al venerdì - dalle 8.30 alle 14.00
Numero Verde 800 201 301
Email: urp@aulss6.veneto.it
PEC: protocollo.aulss6@pecveneto.it

CUP - Centro Unico Prenotazioni

840.000.664Call Center - Prenotazioni (da Rete Fissa)

049.8239511Call Center - Prenotazioni (da Rete Mobile)

840.140.301Disdette